Io no Narrativa Flavio e Francesco sono fratelli Il primo dirige con successo l azienda di famiglia e ha saputo far sua una vita che ha trovato gi pronta Il secondo musicista e viaggiatore di quelli che fin da picc

  • Title: Io no (Narrativa)
  • Author: Lorenzo Licalzi
  • ISBN:
  • Page: 133
  • Format: Formato Kindle
  • Flavio e Francesco sono fratelli Il primo dirige con successo l azienda di famiglia e ha saputo far sua una vita che ha trovato gi pronta Il secondo, musicista e viaggiatore, di quelli che fin da piccoli vanno a sbattere contro il mondo, e da grandi si ritrovano disillusi pur senza perdere l ironia Difficile immaginare due orbite pi distanti, eppure la corrispondenza tra le certezze di Flavio e le inquietudini vagabonde di Francesco troppo precisa per non far pensare a due opposti che, inesorabilmente, tornano ogni volta ad attrarsi E poi ci sono le donne, ad aggrovigliare i destini c Laura, moglie di Flavio, da sempre innamorata di un altro, ed Elisa, l incontro travolgente che Francesco non sapeva neppure di stare aspettando Io no la storia di questi amori sovrapposti, sfasati, ricambiati, nascosti , soprattutto, il racconto esilarante e drammatico di un grande viaggio, quello che ognuno intraprende alla ricerca di se stesso.

    • ¼ Io no (Narrativa) || ✓ PDF Read by ☆ Lorenzo Licalzi
      133 Lorenzo Licalzi
    • thumbnail Title: ¼ Io no (Narrativa) || ✓ PDF Read by ☆ Lorenzo Licalzi
      Posted by:Lorenzo Licalzi
      Published :2019-03-22T02:30:52+00:00

    About "Lorenzo Licalzi"

    1. Lorenzo Licalzi

      Lorenzo Licalzi Is a well-known author, some of his books are a fascination for readers like in the Io no (Narrativa) book, this is one of the most wanted Lorenzo Licalzi author readers around the world.

    985 thoughts on “Io no (Narrativa)”

    1. Bello, ma con molti difetti. Il primo e' di ritmo, momenti in cui succede molto alternati a lunghi monologhi introspettivi a volte davvero troppo lunghi. Un po' di incastri che mettono un po' al limite la credibilita' narrativa, insomma uno sviluppo degli eventi fatto con l'accetta. Personaggi di fatto stereotipati nonostante il tentativo di mostrarli piu' complessi di quello che appaiono. Dialoghi, pochi, schematici, non particolarmente sfruttati.Tre stelle, quasi quattro, perche' comunque la t [...]


    2. Il libro tiene il lettore incollato alle sue pagine, la vicenda è ben pensata e scritta in modo fluido. In altre parole lo si legge in un giorno. Ho preso questo libro dopo aver letto L'ultima settimana di settembre, a che a mio avviso resta il migliore, e Che ti aspetti da me, anch'esso scorrevole, ma meno "avvincente" di questo.


    3. "Classica" storia alla Licalzi, questi quarantenni un po' indecisi e indefiniti che alla fine fanno abbastanza simpatia. Scorrevole e assolutamente non impegnativo lo consiglierei per la classica ora di svago. Un po' improbabile ma mica stiamo qui a cercare le verità, Licalzi cerca di divertirci un po' e ci riesce quasi sempre.Si può leggere.


    4. E' il secondo libro di Licalzi che leggo. Anche in questo romanzo come ne "L'ultima settimana di Settembre", si ha a che fare con una persona decisamente fuori dal coro. Per la verosimiglianza del romanzo forse sarebbe stato meglio che il protagonista avesse meno cose strane da affrontare, però il romanzo mi ha dato da pensare, specialmente a riguardo del rapporto fra i due fratelli, uno "normale" e l'altro no, che poi alla fine si scopre che molto diversi non sono. Comunque. a mio parere, è u [...]


    5. Libro bellissimo, che ti porta attraverso un turbinio di emozioni, dalla commedia al dramma, ti diverte tanto all'inizio quanto ti commuove il finale.Bello anche vedere la storia svolgersi attraverso i punti di vista di tutti i protagonisti senza essere mai ripetitivo.Scritto in modo scorrevole ed avvincente, l'ho divorato in 3 giorni


    6. Premetto,che non conoscevo l'autore e che intendo leggere qualche altro suo libro.Per ciò che riguarda questo primo approccio,ho trovato l'inizio del libro geniale,ottimo ritmo e una piacevole ironia,dalla metà in poi ho trovato tutto un po' eccessivo.Ciò non toglie che lo stile mi abbia catturata,resta comunque una bella scoperta.


    7. La prima metà è molto scorrevole e allegra. Poi la cosa si fa un po' più introspettiva e, a tratti, tragica. Il finale l'ho trovato forzato e poco credibile, quasi a voler dare una drammaticità aggiuntiva che forse non serviva. Nel complesso non male, mi è rimasto comunque in mente, si legge in poche ore e scorre abbastanza bene.


    8. Un libro divertente e scorrevole, niente massimi sistemi ma un bell'intreccio di storie famigliari.Si legge con piacere, magari il finale poteva essere un pochino più appassionate, per quello non gli ho dato 5 stellef.


    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *